martedì 10 giugno 2008

Doppio passo sui reati e fiducia contro senso

Il governo Berlusconi vuole vietare le intercettazioni telefoniche tranne che per i reati gravissimi (associazione mafiosa e terrorismo) e vuole depenalizzare i reati in violazione delle normative di sicurezza sul lavoro. Nel suo precedente mandato, ha depenalizzato il falso in bilancio. Sempre il governo Berlusconi vuole introdurre il reato di immigrazione clandestina e quello della prostituzione in strada. Militarizza le discariche, tratta con il manganello la protesta, e criminalizza gli zingari. A dir poco due pesi e due misure, di segno etnico e classista.

Questo doppio passo, non sembra affatto incidere in negativo sui consensi di cui continua a godere il centrodestra nel paese. Anzi, pare incidano in positivo. Secondo un sondaggio Ipr-Marketing, condotto per Repubblica, cresce la fiducia nel governo, in particolare nei confronti del ministro Brunetta, quello che promette di licenziare i fannulloni tra gli statali. Proprio per questo.

Non voglio adesso fare analisi e considerazioni, quanto manifestare il mio disagio in contro senso.

Nessun commento:

Posta un commento