lunedì 23 giugno 2008

Siamo tutti nostalgici

Siamo tutti nostalgici. Negli ultimi tempi, nessuno ha pensato, ideato, edificato qualcosa di nuovo. Chi dileggia coloro che si attardano a difendere il mondo di ieri, sponsorizza quello dell'altro ieri. Si pensi alla Fiat, per rilanciarsi cosa ha escogitato? La 500! C'è chi prova nostalgia per il comunismo, chi per il fascismo, chi per il lasser faire, chi per la belle epoque, chi per i rapporti sociali del '700, chi per il Medio Evo, chi per le Crociate, chi per l'Impero Romano, chi per il mondo contadino e il patriarcato, chi per il mito del cacciatore, chi per l'uomo delle caverne, confondendolo per sbaglio con il nostro capostipite. Nella competizione delle nostalgie, a prevalere oggi non è la più giovane.


Nessun commento:

Posta un commento