domenica 13 luglio 2008

Obama vuole giustiziare Bin Laden

Leggo giusto ora, una news dell'Ansa in cui si dice che Obama vuole giustiziare Bin Laden. Del capo di Al Quaeda penso tutto il male possibile, ma sono contrario alla pena di morte e penso che la sua fine violenta sarebbe inutile e persino controproducente, ne farebbe solo un martire, magari proprio nel momento in cui la sua figura è in declino. Può essere che la pancia dell'elettorato americano voglia dichiarazioni di questo tipo per eleggere un presidente, tanto più se si tratta di essere rassicurati per votare il primo candidato afro-americano della storia Usa. Mi chiedo però, come molti commentatori liberal americani, quanto l'adattamento moderato di Obama alla campagna presidenziale sia fisiologico e quanto sia snaturante. Se finora ha vinto, se è stato scelto per rappresentare il "nuovo", la "rottura con il passato", a cosa gli serve rendersi simili ad uno qualsiasi dei suoi predecessori? Tanto valeva candidare Hillary Clinton, figura già collaudata nel suo moderatismo e forse meno bisognosa di esternare dichiarazioni così discutibili.


Nessun commento:

Posta un commento