mercoledì 16 luglio 2008

L'impunità di Bolzaneto

Tante volte diciamo che in Italia la democrazia è in pericolo. Tante altre, neghiamo la possibilità di un ritorno della dittatura. Claudio Magris, tempo fa, sul Corriere della Sera, conciliò le due proposizioni cosi: "In Italia, non c'è il rischio che torni il fascismo, ma se tornasse nessuno si opporrebbe". E' probabile. Noi pensiamo al regime mussoliniano, quello è il fascismo, ma ci sono state tante stragi, c'è stata la P2. E' molto di tutto questo è rimasto impunito. Ci sono state le giornate del G8, l'assassinio di Carlo Giuliani, le cariche indiscriminate contro i manifestanti, l'assalto e il massacro alla Scuola Diaz, le torture di Bolzaneto. Ed ora una sentenza quasi assolutaria, tanto vergognosa, quanto attesa. Fa indignare, ma non stupisce. Dovrebbe anche fare paura. A Genova, io c'ero, mi sono comportato in modo impeccabile, come sempre, ma sapevo che non dipendeva da questo, il fatto di poter passare momenti molto brutti. Bastava trovarsi nel posto sbagliato, nel momento sbagliato o avere la maglietta sbagliata, il vicino sbagliato. A tutto questo, ancora, ci opponiamo in pochi, in modo saltuario, nelle forme e nei modi di una moral suassion.


Nessun commento:

Posta un commento