giovedì 24 luglio 2008

Poesia linguaggio ambivalente

Uno dei motivi per cui non ho appoggiato la mozione 2, la proposta di "Costituente della sinistra", la candidatura di Nichi Vendola alla segreteria del Prc, è che da sempre, fin da piccolo, non ho mai amato interpretare e commentare le poesie. Mio limite, mia ignoranza, mia insensibilità. Fin dai tempi della scuola, ho pensato che il significato della poesia lo conosce solo il poeta e forse neanche lui, mentre gli altri possono leggerci quel che preferiscono. Magari sto dicendo una stupidaggine, sarà vero per alcuni poeti, alcune poesie, non per tutti. Ma in politica forse è proprio così.


Nessun commento:

Posta un commento