venerdì 25 luglio 2008

Sapere di morire

Molto dipende dalla situazione, ma in generale, se sapessi che sto per morire, credo che penserei a salvarmi. Mal che vada, muoio. Non sono superstizioso. E se lo fossi, sapendo di dover morire, cercherei di guarirne, così come premio di consolazione. Più che la mia, mi terrorizza la morte degli altri. Succede, conversando con mia moglie, di mettere in chiaro che morirò prima io. Il come non è indifferente, spero possa essere improvviso e rapidissimo, ma anche dolce e silente. Nel sonno. Quando, non ho idea. Pare in testa, abbiamo tutti un numero che corrisponde ad una età. L'idea di morire al di sotto ci fa sentire in credito, quella di morirne al di sopra, non ci fa sentire in debito, ma ci rilassa molto. Quando vivrò quegli anni, penso saranno gli anni più belli.

Nessun commento:

Posta un commento